spectra_long_range_locator_gold_detector.png

xfinder gold locator
Localizzatore di Oro, Cavità e Diamanti

 € 950,00

GOLD X-FINDER è un localizzatore ionico digitale a lunga distanza con la scelta di 10 modalità di frequenza preimpostate, per rilevare oro, argento, ferro, piombo, alluminio, rame, bronzo, diamanti, acqua, cavità / vuoti

La profondità di rilevazione è di 6 metri.

Il rilevatore GOLD X-FINDER è estremamente intuitivo, con lo schermo come feedback visivo di tutte le selezioni e monitoraggio costante del livello di tensione della batteria.

downloadfilefilespdficon-1320184619509952330_edited.png

DESCRIZIONE

GOLD X-FINDER è un localizzatore ionico digitale a lunga distanza con la scelta di 10 modalità di frequenza preimpostate, per rilevare oro, argento, ferro, piombo, alluminio, rame, bronzo, diamanti, acqua, cavità / vuoti.

Inoltre, esiste una modalità utente in cui è possibile impostare manualmente la frequenza, con il fine di scansionare altri elementi o sperimentare leghe metalliche.

La frequenza selezionata viene visualizzata sul display LCD, non è bloccata e può essere modificata su ogni modalità per una posizione precisa con il fine di effettuare ricerche più spefifiche e dettagliate.

Ad esempio, si consiglia di utilizzare, come prova/test, un bersaglio campione in oro, come “esca” e selezionare le diverse frequenze finché il localizzatore GOLD X-FINDER reagisce ed individua soltanto il bersaglio d’oro in questione.

Queste impostazioni della frequenza sono memorizzate automaticamente in memoria.

Il raggio di rilevamento e la profondità sono anche regolabili.
A seconda delle dimensioni dell’obiettivo e delle abilità dell’utente, varia da 300 a 2500 m.

La profondità di rilevazione è di 6 metri.

Il rilevatore GOLD X-FINDER è estremamente intuitivo, con lo schermo come feedback visivo di tutte le selezioni e monitoraggio costante del livello di tensione della batteria.

Il localizzatore GOLD X-FINDER è un Long Range Locator, (Localizzatore a Lungo Raggio) composto dall’unità principale, dall’antenna e dall’impugnatura che può essere assemblata in pochi secondi e conservata nella custodia per il trasporto con inserti in gommapiuma per tutte le parti del rivelatore.

L’accensione è automatica quando la maniglia è collegata.

Questo è un rilevatore d’oro molto leggero e sensibile, poiché la parte mobile che rileva il segnale target e si blocca verso la sua direzione è solo l’antenna e non l’unità principale più pesante, a differenza dei dispositivi della concorrenza.

Il segnale target presenta anche un’indicazione di allarme audio.
Il rilevatore GOLD X-FINDER è stato progettato con la più recente tecnologia a microprocessore con un firmware che può essere aggiornato e costruito utilizzando materiali di alta qualità.
Per evitare falsi segnali dovuti alla mineralizzazione del terreno, GOLD X-FINDER dispone di una funzione auto Ground Balance. Non appena è stato acceso, spazzare ripetutamente GOLD X-FINDER, per rilevare i campioni di minerale terrestre dell’area, fino a quando non si regola e li respinge.

SPECIFICHE

Spectra Long Range Locators – Specifiche Tecniche:  

  • Processore a 16 bit di velocità 40 MIPS – 160 Mhz

  • 32 bit DDS chip di sintetizzatore per forme d’onda di uscita

  • Sintesi di frequenza digitale x 20 generatore di frequenza PLL con stabilizzatore automatico di frequenza a 0.1 Hz

  • Programmi per la scansione di: oro, argento, rame, bronzo, piombo, ferro, alluminio, diamanti, acqua, cavità e modalità a scelta dell’utente

  • Selezioni di frequenza manuale a intervalli 1Hz

  • LCD a matrice di punti 64 x 128 pixel di risoluzione e 8 livelli di retroilluminazione

  • 80 mA consumo della batteria / 180 mA a pieno controluce.

  • “APO” – accensione automatica a terra

  • “DGB” – bilanciamento digitale del terreno per annullare l’interferenza dei minerali di terra

  • Indicazione della mineralizzazione in una scala 00-99

  • “SPECTRA track” – forma d’onda variabile a seconda del tipo terreno

  • “SPECTRA graph” – visione animata in tempo reale della forma d’onda

  • Contatore sullo schermo per la verifica del segnale di induttanza e avviso per l’avvio della scansione quando il campo energetico è abbastanza forte

  • Sonda di terra e l’unità centrale compatte ed assemblate in un unico pezzo – senza cavi e con design compatto

  • Unità ruotabile di 360 gradi per una facile visualizzazione dello schermo

  • Tasti tattili con indicazione sonora

  • “WCC” – Ricevitore di segnale con discriminazione di peso per l’individuazione di target in kilogrammi o in grammi, amplificatore di potenza ed antenne riceventi placcate in oro

  • Le antenne riceventi placcate in oro non soffrono dell’ossidazione causata dal PH della pelle umana

  • Profondità ottimizzate ed amplificate fino a 7 metri di rilevazione.

Come Funziona?

Ogni elemento ha una struttura molecolare unica che vibra su una frequenza diversa.

Tutti gli elementi della natura producono un fenomeno chiamato “risonanza”. Un classico esempio di tale fenomeno è quello di un suono chiaro, forte e con un’alta frequenza tanto da rompere il vetro.

Se la frequenza fisica del vetro è simile alla nota emessa, allora il vetro inizierà a sintonizzarsi su queste vibrazioni. Se la vibrazione diventa molto intensa per la struttura dei cristalli, di conseguenza il vetro si romperà.

Il fenomeno della Risonanza si verifica quando un elemento assorbe energia grazie alla sua frequenza fisica.

Questa risonanza per attrazione avverrà quando una sorgente trasmette una frequenza che viene immediatamente assorbita dal un oggetto specifico. È da specificare che le molecole sono la più piccola particella di un elemento che può esistere allo stato libero e conservano le caratteristiche dell’elemento stesso, caratteristiche che sono uniche per quell’elemento e che lo contraddistinguono in modo inconfondibile da tutti gli altri elementi. Le molecole vibrano formando la frequenza che noi conosciamo come frequenza molecolare e che altri chiamano campo energetico della materia o fenomeno della risonanza nucleare.

Alcune persone affermano di poter osservare tali campi energetici anche ad occhio nudo, come nel caso dell’ aura umana.

Lo Spectra Long Range Locators è un potente trasmettitore a radiofrequenza (RF) in grado di generare segnali a 0,1Hz con estrema precisione e stabilità, sufficiente per stimolare solo gli elementi desiderati. Il segnale viene incanalato attraverso il terreno su una distanza considerevole con varie forme d’onda che filtrano l’interferenza causata nel terreno dai minerali. Il segnale emesso viene indotto nel terreno in un modello direzionale di 360 °. Grazie a questo tipo di segnale i bersagli sepolti diventano “visibili”. Gli obiettivi possono essere posizionati in tutte le direzioni rispetto all’utente (360 gradi), e l’utente non si limita a cercare in una direzione specifica, ma riesce subito a comprendere la direzione da cui proviene il segnale, grazie alle antenne riceventi che indicano puntandolo e muovendosi verso di esso.

Quando il segnale viene trasmesso, gli obiettivi selezionati, risponde al segnale in modo nitido, in base alla propria specifica frequenza, in questo modo, tutti gli obiettivi non desiderabili sono eliminati (discriminati). Il segnale tra lo SPECTRA e il bersaglio diventa il “percorso” che l’operatore deve seguire per identificare il bersaglio. L’intera procedura dura pochi minuti.

La capacità di rilevazione dello SPECTRA può variare per molti motivi. Il primo e più importante è la grandezza dell’oggetto sepolto.

Più grande è il bersaglio e maggiormente sarà rilevato in quanto il segnale emesso sarà più forte. Un altro fattore che aumenta le prestazioni dello SPECTRA, è il cambiamento chimico del terreno in prossimità del bersaglio. Infatti gli obiettivi che hanno la tendenza ad ossidarsi, sia l’oggetto stesso e sia il suo contenitore, presenteranno un forte segnale. A causa di questo fattore di ossidazione, il bersaglio offrirà un potenziale maggiore per amplificare i segnali di rilevazione dello SPECTRA. Quindi un oggetto che è sepolto da lungo tempo nel terreno assorbirà il segnale in percentuale maggiore rispetto ad un obiettivo appena sepolto, risultando in questo modo maggiormente identificabile.